Pisa

La città della Torre pendente

La città di Pisa sorge in un’area pianeggiante a pochi chilometri dalla foce del fiume Arno ed è chiusa a nord dai Monti Pisani.

La sua strategica posizione geografica le permise  nel Medioevo  di diventare un’ importante Repubblica Marinara.

1. Piazza dei Miracoli

La Torre pendente è senza dubbio il monumento che rappresenta la città di Pisa nel mondo.

La Cattedrale e la sua Torre, il Battistero ed il Camposanto monumentale  si trovano tutti nella Piazza dei Miracoli, una delle più belle piazze d’Italia e del mondo, tanto da essere inserita dall’UNESCO tra i patrimoni dell’umanità.

Piazza dei Mircaoli

Vista aerea di Piazza dei Miracoli

Il Duomo

Il Duomo di Pisa venne iniziato nel 1064 su progetto dell’architetto Buscheto ed il suo completamento avvenne nel 1100. Nel XVII secolo fu restaurato dopo un incendio.

La facciata è articolata in quattro ordini di logge con colonne e decorata con statue in marmo.

Di notevole interesse sono i suoi portali, con pannelli in bronzo  decorati con rilievi eseguiti dagli allievi di Giambologna nel XVII sec.

Il Duomo di Pisa

Facciata del Duomo

Una superba cupola ogivale sovrasta sull’intersezione fra il transetto e la navata maggiore del duomo.

Il Duomo di Pisa

Vista della cupola del Duomo dalla Torre

Pulpito del Duomo

Una delle opere più suggestive all’interno del Duomo è sicuramente il Pulpito di Giovanni Pisano, realizzato tra il 1302 e il 1310.

Pulpito del Duomo di Giovanni Pisano

Il pulpito del Duomo di Giovanni Pisano

L’abside della navata centrale  è decorata a mosaico e la figura di San Giovanni Evangelista fu realizzata da Cimabue.

Abside del Duomo

Abside navata centrale

Torre pendente

La torre fu iniziata nel 1173 come campanile della cattedrale su progetto di Bonanno Pisano ma, il cedimento del terreno impose la sospensione dei lavori che vennero ripresi nel 1275.

La cella campanaria fu aggiunta all’incirca a metà del XIV secolo.

Dalla sua costruzione, la torre ha accumulato  circa 2 metri e 60 centimetri di pendenza anche se,  nel corso degli anni, sono stati fatti innumerevoli  tentativi di arrestare il cedimento.

Torre pendente

Vista della Torre pendente

Battistero

La grande costruzione a pianta circolare  fu progettato dall’architetto Diotisalvi che ne iniziò i lavori nel 1152. Questi  vennero presto interrotti per essere ripresi nel secolo successivo sotto la guida di Nicola e Giovanni Pisano che apportarono modifiche radicali rispetto alle idee iniziali.

La struttura fu terminata a fine Trecento ed è questa la ragione della particolare mescolanza di stili architettonici che contraddistingue il Battistero.

Il Battistero

Il Battistero

L’interno del Battistero fu progettato volutamente spoglio allo scopo di favorire una straordinaria  eco in grado di suscitare un’atmosfera mistica e suggestiva.

Al centro della struttura è situata il Fonte Battesimale costituito da una grande vasca ottagonale con altre quattro vasche più piccole all’interno.

Interno del Battistero

L’interno del Battistero

Pulpito del Battistero

Il pulpito a pianta esagonale che si trova all’interno del Battistero, fu realizzato tra il 1255 e il 1260 da Nicola Pisano.

Il pulpito esagonale di Nicola Pisano

Il pulpito esagonale di Nicola Pisano

Camposanto Monumentale

La costruzione del Camposanto Monumentale iniziò nel  1277 per opera di Giovanni di Simone, come è indicato in una iscrizione latina a lato del portale destro.

Venne terminato nella seconda metà del XV secolo e, al suo stile romanico pisano, si sovrappongono elementi gotici.

Il Camposanto Monumentale

Il Camposanto Monumentale

Nel XIV secolo le pareti del quadriportico furono interamente affrescate da importanti artisti dell’epoca ma andarono in parte distrutte durante la seconda guerra mondiale  a causa di un bombardamento.

Dettaglio del portico

Dettaglio del portico

Gli affreschi del Camposanto Monumentale occupavano tutta la superficie delle pareti interne dell’edificio. Negli anni ’50 per preservarli, sono stati staccati e conservati su dei pannelli e oggi visibili nella Sala degli Affreschi   che si trova  dentro  il  Camposanto.
Al suo interno si trovano anche numerose opere scultoree e monumenti sepolcrali di illustri personaggi pisani.

Nella Cappella Aulla viene conservata la lampada votiva che era sospesa nel Duomo di Pisa e che servì a Galileo Galilei per i suoi studi sull’isocronismo del pendolo.

Particolare degli affreschi

Particolare degli affreschi

2. Piazza dei Cavalieri

In  questa  piazza sono raccolti alcuni importanti edifici storici della città.

In età comunale era denominata Piazza delle Sette Vie e qui si svolgeva la vita politica, sociale e culturale della città.

Palazzo della Carovana

Palazzo della Carovana

Questo nome le fu attribuito da Cosimo I de’ Medici in onore al nuovo ordine militare dei Cavalieri di Santo Stefano istituito per combattere le scorrerie di Turchi e “infedeli” sul Mediterraneo.

Palazzo dell'Orologio

Palazzo dell’Orologio

In questa piazza si affacciano il Palazzo degli Anziani:oggi Palazzo della Carovana e sede della Scuola Normale di Pisa, il Palazzo dellOrologio con la Torre dei Gualandi o Torre della Fame ricordata per la morte del Conte Ugolino della Gherardesca che qui venne imprigionato e la Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri.

Chiesa di S. Stefano dei Cavalieri ?

Chiesa di S. Stefano dei Cavalieri

Monumento di Cosimo I de’ Medici e la Scuola Normale di Pisa con splendidi graffiti che hanno come soggetto figure allegoriche e segni zodiacali disegnati dal G. Vasari che, dal 1562 al 1564,  aveva ristrutturato in maniera drastica il palazzo medievale degli Anziani.

Monumento di Cosimo I de' Medici e la Scuola Normale di Pisa

Monumento di Cosimo I de’ Medici e la Scuola Normale di Pisa

3. Ponte di Mezzo

Il ponte Conte Ugolino detto di Mezzo è situato idealmente nel centro della città.

Ogni anno vi si svolge il Gioco del Ponte: una manifestazione storica che ogni anno conclude i festeggiamenti del giugno pisano.

Prima dello scontro tra le fazioni, si svolge il corteo storico, composto da 710 figuranti, dei quali 41 a cavallo, tutti in costume stile cinquecentesco spagnolo che sfilano sui Lungarni della città.

Il ponte di Mezzo

Il ponte di Mezzo

Ogni anno la sera del 16 giugno si svolge sui Lungarni di Pisa la Luminaria di San Ranieri.

Tutto ebbe origine il 25 marzo 1688, quando l’urna che contiene il corpo di San Ranieri degli Scaccieri, Patrono della città, venne solennemente collocata nella cappella della cattedrale del Duomo di Pisa.

Da allora, i pisani sono soliti celebrare la vigilia della festa del Santo Patrono con questa singolare illuminazione.

Il ponte di Mezzo durante la Luminara del 16 Giugno

Il ponte di Mezzo durante la Luminara del 16 Giugno

4. Palazzo Blu

Palazzo Blu è un antico palazzo nobiliare restaurato e attualmente gestito dalla Fondazione Palazzo Blu. Ospita al suo interno ampi spazi per esposizioni temporanee, un moderno auditorium ed esposizioni permanenti.

La facciata del Palazzo Blu

La facciata del Palazzo Blu

5. Chiesa S. Maria della Spina

La Chiesa di Santa Maria della Spina che è uno degli esempi più affascinanti di gotico italiano, si trova sul Lungarno Gambacorti a ridosso del fiume Arno.

Inizialmente la sua collocazione non era quella attuale ma sulla riva destra del fiume.

Nel 1871 fu smontata e spostata per paura che fosse danneggiata dalle frequenti alluvioni.

La Chiesa di Santa Maria della Spina ?

La Chiesa di Santa Maria della Spina

6. Tuttomondo di Keith Haring

Tuttomondo è il murales che Keith Haring realizzò in soli quattro giorni sulla parete esterna della chiesa di Sant’Antonio nel giugno del 1989.

E’ il più grande murales realizzato in Europa, misura circa 180 metri quadrati e si tratta dell’ultima opera pubblica dell’artista statunitense.

Il murales Tuttomondo di Keith Haring

Il murales Tuttomondo di Keith Haring

Testi di Lorenza Biasci © 2016. Fotografie di Lorenza Biasci e Wikimedia Commons.

 

Segui Bagni Nettuno